Alfred Tennyson - Giorgio Antonelli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesie > Traduzioni



e dopo, dopo, dal buio desolato
apparvero improvvisi i seni
i seni d’Helena e la spada,
che li guardava minacciosa
da trafiggerli, quella bellezza
precipitò nella vergogna, e il fuoco
il fuoco che strappò a Troia le case
sgorgò dai seni ferendo il corpo
mio che li fissava e l’ha svegliato



(pubblicato in ORIGINI DEL FARE ANALISI)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu