Quinto Smirneo - Giorgio Antonelli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesie > Traduzioni

Menelao la trova che trema
e la guarda con occhi da uccidere
e l'ira gelosa, ma Afrodite, l'amore,
gli ferma la forza, dalla mano
strappa la spada, l'impeto incanta,
dissolve la notte della sua gelosia
dentro e negli occhi gli muove la voglia
e l'attraversa lo stupore improvviso
non può più portare la spada
al collo di lei mentre guarda
la bellezza di lei, lo splendore,
gli si è rotta la forza, lo stupore
guarda la moglie nell'attimo
e dimentica tutto.




(pubblicato in Origini del fare analisi, Liguori, Napoli, 2003)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu